Tag Archives: sole

SESSO D’ESTATE. IL VERO TOCCASANO

Mai come d’estate siamo portati a fare più sesso”. Grandissima cazzata questa frase, anche perché d’inverno fa freddo, ci si coccola, ci si rosola nel camino, ci si fa il bagno caldo con le candele attorno, insomma robbe così. D’estate si suda e si sviene. Comunque, saranno i corpi che si mettono in mostra, saranno i freni inibitori che si allentano o il relax delle vacanze (soprattutto quelle dei disoccupati), fatto sta che ci sembra di avere un maggior desiderio sessuale. È solo un’impressione? Purtroppo secondo i sondaggi del Pdl no, anzi. Almeno una ragione scientifica c’è e l’hanno scoperta alcuni ricercatori dello State Hospital di Boston che hanno chiavato tra loro per anni nei loro laboratori di Torvajanica.

Vitamina D e testosterone
Secondo gli esperti americani, il cui studio è stato citato in un articolo dal quotidiano britannico “Daily Mail”, il sole d’estate raddoppia i livelli di testosterone, aumentando la libido. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i raggi solari favoriscono la produzione di vitamina D, che a sua volta aumenta la produzione dell’ormone che raddoppia i livelli di testosterone aumentando la libido che a sua volta aumenta la produzione di vitamina D che aumenta la produzione dell’ormone, che raddoppia i livelli di testosterone aumentando la libido che a sua volta aumenta la produzione di vitamina D che aumenta la produzione dell’ormone, che raddoppia i livelli di testosterone aumentando la libido, che a sua volta aumenta la produzione di vitamina D che aumenta la produzione dell’ormone che alla fine si tromba.

I benefici del sesso
La scienza ha dimostrato anche che il sesso apporta all’organismo diversi effetti benefici. Anzitutto, riguardo il rapporto anale, la stitichezza sarà un vecchio ricordo. Il footjob sotto il sole vi scolpirà gli addominali, mentre la sana, vecchia e sempre bella chiavata nelle fresche frasche di Sabaudia è a protezione del cuore e dell’apparato cardiovascolare. Ma chi sta sopra si deve mettere la crema solare sulla schiena.

Fare sesso almeno tre volte la settimana potrebbe dimezzare il rischio di infarto o ictus. Masturbarsi non equivale a fare sesso. Bisogna essere almeno in due. E non valgono gli animali domestici.

Le donne che hanno avuto due orgasmi a settimana, hanno fino al 30% in meno di probabilità di soffrire di malattie cardiache rispetto a coloro cui non piace fare sesso o non raggiungono l’orgasmo. E possono mangiare tranquillamente le patatine fritte della Conad.

Lisa Turner, terapista sessuale e autrice del saggio “Sesso, orgasmi e scommesse d’azzardo” ha spiegato: “Una possibile spiegazione di questi risultati è che queste donne possono sentirsi depresse, il che è collegato a un rischio più elevato di attacco cardiaco. Le endorfine rilasciate durante il sesso possono inoltre neutralizzare gli ormoni dello stress nel corpo, che sono a loro volta collegati a malattie cardiache. Occorre quindi che le zitelle si trovino qualcuno che glielo dia a mestiere o un’amica disposta a strusciare la propria vagina sulla sua. Altrimenti moriranno sole, depresse e con una ragnatela tra le cosce”.

Fare sesso non mette a rischio il cuore
Il cliché che vuole il sesso collegato agli attacchi di cuore sarebbe insomma solo un cliché. “Si tratta di un rischio molto basso, pari a meno dell’1% di tutte le morti”, dice il dottor Graham Jackson poco prima di spirare mentre uno stagista gli faceva un pompino a tortiglione.

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

GIOCHI SENZA FRONZOLI da fare in spiaggia

Anche quest’anno a quanto dicono gli esperti è arrivata l’estate. Nessuno l’ha invitata ma lei è venuta lo stesso senza chiedere il permesso a noi umani. E quindi: mare, sole, sabbia, infradito, cani che scorrazzano in spiaggia, ombrelloni che volano a causa del vento, ciaf ciaf, bagni, saloni, cantine, chiappe al vento, incontri scoperecci di una notte, epatiti, infezioni al pene e bambini che fanno la pipì sulla sabbia.

Ma se siete a mare e siete un gruppo di amici che dopo dieci minuti di sole vi rompete le palle, ecco per voi dei simpatici giochi da fare sulla spiaggia. Tutti contro tutti, nessuna squadra, nessuna coalizione. L’egoismo dovrà regnare sovrano in adeguamento ai tempi correnti.

Il punteggio delle singole prove è in base al numero dei giocatori: se siete 10 partecipanti il primo si becca 10 punti, il secondo 9, il terzo 8 ecceteraeccetera . Se siete in 6 il primo si becca 6 punti, il secondo 5, il terzo 4 ecceteraeccetera. Se siete in tre il primo si becca 3 punti, il secondo 2, il terzo 1, ecceteraeccetera. Se siete da solo avete vinto già e potrete godervi il premio senza affrontare le sfide.

Eccovi le regole di gioco. Non imbrogliate e… buon divertimento!

.

Prima prova (livello estremo 1 su 5)

Fissate saldamente dei secchielli vuoti nella sabbia (uno per giocatore) a circa cinque metri dalla riva. Utilizzando solo la bocca dovrete riempire il vostro secchiello fino all’orlo con la sabbia bagnata dal mare.

.

Seconda prova (livello estremo 2 su 5)

Sei giorni prima della prova fatevi cucinare una frittata di maccheroni da vostra madre. La prova non consiste nel mangiare la pietanza, bensì nell’utilizzare la frittata come frisbee tentando di colpire un Ercolino sempreimpiedi posizionato a dieci metri di distanza da voi.

Avrete a disposizione tre tentativi. Chi non riuscirà nella prova sarà costretto a mangiare la frittata (con tutta la sabbia appiccicatasi sopra) e non accumulerà nessun punto.

 

Terza prova (livello estremo 3 su 5)

La prova è semplice: attendete mezzogiorno e andate a pochi metri dalla riva con una bottiglia di acqua gelata al vostro fianco (che però non potrete toccare, pena esclusione). Con secchiello, paletta e un paio di forbici dovrete costruire un grattacielo di sabbia di almeno 40 centimetri di altezza. Importante: durante la prova ogni concorrente dovrà indossare una maglia di lana e dei pantaloni da neve.

 

Quarta prova (livello estremo 4 su 5)

Procuratevi un toro nato e domiciliato a Pamplona. Indossate un costume rosso e lasciate libera la bestia. Fatevi tutto il lungomare di Sabaudia con il toro dietro al culo. Se arriverete vivi alla sesta abitazione abusiva condonata, potrete passare alla successiva e all’ultima prova.

 

Quinta prova (livello estremo 5 su 5)

Tracciate una linea a tre metri dalla riva. Allo sparo di partenza correte verso il mare e bagnatevi le mani. Ritornate alla postazione di partenza dove dovrete rullare una canna con le mani ancora bagnate e fumarvela tutta sotto il sole cocente.

.

Al termine delle cinque prove, fate il conteggio dei punti. Il secondo classificato sarà il vincitore assoluto e potrà essere il vostro dittatore per due giorni, emanare leggi ad personam e fare tutto quello che vuole senza andare in prigione.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: